Pagine

Environmental-friendly

, , , ,

Environmental-friendly

Al fine di far risaltare la sostenibilità della tecnologie di miscelazione meccanica rispetto anche alle altre ‘tradizionali’ attualmente diffuse, viene proposto in figura, uno schema rappresentativo del ciclo di vita di un trattamento di consolidamento dei terreni nell’economia circolare.

Il Soil Mixing, utilizzando come materia prima da costruzione il terreno naturale presente in sito, permette di abbattere drasticamente la quantità di risorse e materie prime in ingresso al ciclo. A titolo di esempio, rispetto alla realizzazione di un palo trivellato classico, con questa tecnologia si riesce ad abbattere l’utilizzo del cemento fino addirittura al 90% in meno. Inoltre, possono essere utilizzati in sostituzione del cemento leganti eco-compatibili provenienti da scarti di altre lavorazioni.

Ulteriormente le peculiarità del processo esecutivo (miscelazione meccanica controllata con immissione a bassa pressione degli agenti leganti nel terreno con lo scopo di riempirne i vuoti e cementarne i grani) comportano da un lato la quasi totale assenza di materiali di risulta e dall’altro l’eliminazione di perdite incontrollate di miscele leganti nel sottosuolo. I vantaggi sono notevoli, non solo in termini ambientali e quindi di inquinamento del sottosuolo ma anche tecnici dovuti alla minimizzazione degli effetti al contorno sulle opere e infrastrutture esistenti legati principalmente a possibili fenomeni di assestamento (frequenti in caso di perforazione) o sollevamento (in caso di immissione in pressione di miscele leganti nel sottosuolo).

Alle ridotte quantità di materia prima necessaria e alla pratica assenza di materiali di risulta dalle lavorazioni è legata la minor movimentazione di materiali e quindi una minore produzione di CO2 legata al trasporto su gomma con notevoli benefici sulla carbon footprint dell’intero intervento.

Questa tipologia di interventi si presta molto bene a futuri eventuali adattamenti relativi ad esempio a sopraelevazioni o cambi di destinazione d’uso delle strutture in elevazione. In tali casi infatti basterà intervenire infittendo opportunamente la maglia di trattamento.

Un aspetto difficilmente valutabile nell’ambito di interventi geotecnici sui terreni, ed in particolare delle realizzazioni di fondazioni profonde, riguarda la  rimozione degli elementi formati nel sottosuolo, attività generalmente non prevista, o comunque richiesta ed economicamente motivabile soltanto in casi di eccezionale importanza.

In tale eventualità, comunque, la formazione di elementi colonnari in Soil Mixing permetterebbe un più semplice recupero e riciclo dei materiali utilizzati rispetto alle altre classiche tecnologie, ottenendo in modo più economico materie prime secondarie, quali ad esempio aggregati riciclati da utilizzare in altre applicazioni concernenti il settore edilizio o infrastrutturale.

Imprese

, , , ,

Imprese

A supporto delle Imprese, SOILMIXING si propone per le attività di:

  • affidamento di lavori di consolidamento e fondazioni speciali come subappaltatore specializzato nell’ambito di appalti generali
  • assistenza tecnica e consulenze progettuali finalizzate alla realizzazione di interventi per varianti in corso d’opera
  • supporto tecnico in A.T.I. per la predisposizione della documentazione necessaria in gare d’appalto

Grazie alle caratteristiche insite nella tecnologia, SOILMIXING può offrire:

  • semplicità di installazione del cantiere, in tempi estremamente ridotti ed adattando gli spazi necessari alle esigenze operative dettate dalle interferenze di cantiere
  • massima flessibilità in fase operativa, grazie alle attrezzature che consentono di poter modificare agevolmente anche lo schema di consolidamento originale qualora si rendessero necessarie eventuali variazioni in corso d’opera, con evidenti vantaggi operativi ed economici per la Committenza
  • elevata produttività delle lavorazioni, con tempi e costi connessi estremamente competitivi

Per la realizzazione di interventi di consolidamento in Soil Mixing è necessaria una macchina perforatrice, strumentata con adeguati utensili, collegate al motore idraulico ed all’impianto di miscelazione.

La disponibilità di macchine ed impianti di dimensioni variabili SOILMIXING consente di proporre alle Imprese committenti un’ampia gamma di scelte in funzione della specifica applicazione richiesta.

Grazie alla possibilità di impiego di mezzi di geometrie estremamente compatte con motori indipendenti che possono essere posizionati a distanza per consentire lavorazioni in ambienti chiusi senza problemi di fumi e rumore, le soluzioni tecniche SOILMIXING sono la soluzione ideale per la  messa in sicurezza e adeguamento sismico di fondazioni di opere esistenti.

La macchina perforatrice può essere manovrata con semplicità e consentire agevolmente l’accesso anche negli spazi più angusti limitando conseguentemente al minimo le demolizioni.

Professionisti

, , , ,

Professionisti

SOILMIXING offre servizi di ingegneria a supporto della scelta, dimensionamento e verifica di interventi in Soil mixing:

  • Consulenza specialistica
  • Analisi e modellazioni numeriche mirate alla ottimizzazione geometrie di trattamento
  • Progettazione mix design
  • Prove di prequalifica in laboratorio
  • Sperimentazioni preventive ed esecuzione di campi prova a scala reale
  • Progettazione interventi di consolidamento ai sensi normative vigenti
  • Predisposizione documentazione tecnica di supporto in fase di gara.

Per maggiori informazioni o solo per richiedere un sopralluogo compila il form, sarai ricontattato tempestivamente.

Lo staff tecnico di SOILMIXING può supportarti nella scelta dell’intervento di consolidamento durante l’intero iter progettuale.

Sarai ricontattato tempestivamente per un preventivo gratuito.

Per maggiore approfondimenti ti consigliamo il libro:

SOIL MIXING – Tecnologie esecutive, applicazioni, progetto e controlli

(Collana di Argomenti di Ingegneria Geotecnica, Hevelius Editore)

RICHIEDI ASSISTENZA TECNICA, COMPILA IL FORM

5 + 2 = ?

Privati

, , , ,

Privati

Queste sono le tipiche domande che vengono poste ai proprietari di immobili che soffrono di particolari patologie strutturali riconducibili a problemi di cedimento del sistema di fondazione e, più in generale, sono afflitti da fenomeni di instabilità più o meno importanti.

Le cause di tali inconvenienti possono essere varie e disparate e, come spesso avviene per edifici esistenti, l’entità e la distribuzione dei risentimenti è intimamente legata non solo alle caratteristiche delle strutture portanti in relazione ai carichi trasmessi ai terreni di imposta, ma anche a fattori e condizionamenti ambientali esterni.

Si tratta di problemi la cui risoluzione richiede competenze tecniche multidisciplinari che spaziano dalla geologia alla geotecnica, dall’idraulica all’ingegneria delle strutture, per cui la possibilità di affidarsi ad un unico referente è fondamentale nella individuazione degli interventi di rimedio più opportuni in grado di rispettare le esigenze del Committente.

SOILMIXING offre un esclusivo servizio “chiavi in mano” di assistenza completa dalla individuazione delle cause dei dissesti alla progettazione ed esecuzione degli interventi di consolidamento per la risoluzione e la definitiva messa in sicurezza delle criticità, restituendo al tuo immobile il suo pieno valore.

Grazie alla speciale tecnologia adottata, SOILMIXING offre soluzioni tecniche ed operative di elevata efficacia, consentendo la massima riduzione dei costi e dei tempi di intervento, e limitando al minimo l’invasività delle fasi esecutive.

Per maggiori informazioni o solo per richiedere un sopralluogo compila il form, sarai ricontattato tempestivamente.

RICHIEDI ASSISTENZA TECNICA, COMPILA IL FORM

1 + 1 = ?

Vantaggi

, , , ,

Vantaggi

SOILMIXING offre soluzioni efficienti ed economiche per risolvere problemi geotecnici in un’ampia gamma di terreni, per diverse condizioni di carico e numerosi fini progettuali.

La tecnologia possiede numerosi vantaggi:

  • Aiuta a ridurre i tempi e i costi di esecuzione grazie alla elevata produttività, economicità e semplicità di cantierizzazione della tecnica
  • Certezza della geometria di trattamento con la profondità
  • Assenza di materiali di risulta con grandi vantaggi tecnico-economici per il mancato conferimento a discarica;
  • Possibilità di impiego in una ampia gamma di terreni
  • Ideale per interventi di consolidamento terreni di fondazione, messa in sicurezza e adeguamento sismico di fondazioni di opere esistenti e di nuova realizzazione
  • Configurazioni di intervento flessibili e adattabili al caso specifico
  • Facilmente modulabile in combinazione con altri sistemi costruttivi
  • Grazie alle elevate prestazioni e durabilità del terreno trattato, concorre ad incrementare la vita utile di strutture esistenti
  • Minimizzazione dei risentimenti al contorno grazie al limitato detensionamento, all’assenza di rumori e vibrazioni ed all’eliminazione di perdite incontrollate di miscele leganti nel sottosuolo
  • Utilizzando come materia prima da costruzione il terreno naturale presente in sito, permette di abbattere drasticamente la quantità di risorse e materie prime, riducendo la movimentazione di materiali e conseguentemente la produzione di CO2 legata al trasporto su gomma con notevoli benefici sulla carbon footprint dell’intero intervento

Soluzioni speciali per opere esistenti

, , , ,

Soluzioni speciali per opere esistenti

SOILMIXING dispone di macchinari di limitato ingombro in grado di lavorare in ambienti ristretti con accorgimenti tecnici esclusivi, ideati e realizzati appositamente per le specifiche da eseguire e dotati di strumentazioni elettroniche in grado di garantire il controllo e il monitoraggio di tutte le fasi operative.

Edifici esistenti in c.a. e muratura

USC – Underpinning Spreadable Columns

Utensile “ad apertura controllata” in grado di ottenere incrementi di diametro a profondità predefinite per il consolidamento di strutture di fondazione esistenti

SM2 – Soil Mixed Micropile

Colonne in soil mixing armate per il rinforzo strutturale di fondazioni esistenti

Muri rinterri e corpi stradali

ASW – Active Shear walls

Colonne in soil mixing parzialmente sovrapposte eventualmente armate per costituire elementi lineari con il duplice obiettivo di rinforzo, per la stabilizzazione di rinterri, e di riduzione delle spinte su muri di sostegno

Applicazioni tipiche

, , , ,

Applicazioni tipiche

SOILMIXING dispone di macchinari in grado di offrire elevate coppie e velocità di rotazioni modulabili ad ogni condizione del sottosuolo. Le tipologie di utensili miscelatori impiegate in funzione delle condizioni stratigrafiche consentono di ottenere diametri di trattamento variabili tra 20 e 100 cm applicabili in numerosi settori di impiego quali:

  • Consolidamento di terreni di fondazione di scadenti caratteristiche meccaniche per qualsiasi opera di ingegneria civile – rilevati stradali e ferroviari, fondazioni di edifici e capannoni industriali, serbatoi e muri di sostegno – con lo scopo di migliorare la capacità portante delle fondazioni e di ridurre l’entità dei cedimenti indotti.
  • Interventi di contenimento e presidio scavi, diaframmi e paratie strutturali;
  • Stabilizzazione scarpate e movimenti franosi;
  • Stabilizzazione ed impermeabilizzazione scavi sotto falda per serbatoi e opere interrate;
  • Opere marittime, trattamenti di rinterri e di colmate per la realizzazione di opere di banchina
  • Diaframmi a tenuta idraulica  per il potenziamento / adeguamento funzionale di argini fluviali e dighe in terra
  • Mitigazione rischio sismico, trattamenti preventivi per risolvere problemi di liquefazione e riduzione degli effetti cosismici
  •  Tenuta e conterminazione: diaframmi di tenuta e cinturazione, trattamenti di solidificazione/stabilizzazione terreni inquinati a fini ambientali

In funzione dell’applicazione da eseguire, è possibile formare elementi colonnari discreti, giustapposti a sagomare griglie o parzialmente sovrapposti fino a costituire elementi lineari, o per trattamenti massivi.

Soil Mixing

, , , ,

Soil Mixing

Con il termine Soil Mixing si intendono quelle tecniche di trattamento e condizionamento dei terreni in sito che, attraverso l’impiego di appositi utensili rotanti a elevate prestazioni, consentono di disgregare e successivamente miscelare intimamente il terreno con agenti leganti fino a costituire un “geomateriale” di specifiche caratteristiche geotecniche.

I leganti principalmente utilizzati sono cemento e calce anche se spesso vengono usati in aggiunta o in sostituzione scorie di alto forno, gesso e altri prodotti specifici per favorire e accelerare la presa oppure per migliorare le condizioni di lavorabilità in situazioni particolari. In caso di trattamenti a fini ambientali i leganti possono essere sostituti con agenti chimici ossidanti o materiali reattivi per neutralizzare gli agenti inquinanti o comunque per permettere l’immobilizzazione di sostanze indesiderate.

Le tecniche di miscelazione in sito sono applicabili in una ampia varietà di terreni, compresi tra quelli coesivi soffici e quelli sabbiosi-ghiaiosi moderatamente addensati, e i trattamenti possono essere estesi per profondità anche notevoli.

Le proprietà meccaniche e fisiche dei terreni trattati dipendono dal tipo di legante impiegato e dal modo con cui questo è stato aggiunto e miscelato al terreno e dalle condizioni sito-specifiche di maturazione.

Aspetto peculiare della tecnica è quello di indurre trascurabili risentimenti al contorno e ambientali grazie all’assenza di asportazione di terreno e alla bassa pressione di immissione del legante.

Le tecniche operative di base sono state negli anni affinate grazie al proliferare di accorgimenti tecnici e di macchinari innovativi che vengono continuamente aggiornati e implementati per adattarsi alle diverse esigenze operative.

La flessibilità del sistema consente di poter eseguire interventi anche in luoghi impervi e poco accessibili, in spazi ridotti, all’interno di costruzioni esistenti.

All’occorrenza, gli elementi di terreno consolidato possono essere opportunamente rinforzati con l’inserimento a “fresco” di armature metalliche costituite da profilati, tubolari, barre e in casi particolari e con le dovute accortezze anche di speciali gabbie di  armatura.

In conseguenza degli indubbi vantaggi tecnici, economici e ambientali che ne conseguono, le tecniche di Soil Mixing hanno così raggiunto una rapida diffusione nel campo del “ground improvement”.